Amir-didattica

I migranti, ambasciatori del Patrimonio artistico per le scuole

Da gennaio 2019 è possibile che ad accompagnare le classi nella visita presso i Musei di Fiesole siano i ragazzi del progetto AMIR; un'occasione per avvicinare mondi lontani e per scoprire come il patrimonio culturale possa farci riflettere non solo sulla nostra storia, ma anche sul nostro futuro.

Educatori ed insegnanti possono partecipare insieme alle loro classi alle visite gratuite presso tutti i musei che partecipano al progetto AMIR | accoglienza, musei, inclusione, relazione a cura di Comune di Fiesole, Comune di Firenze -MUS.E, Istitituto degli Innocenti, Fondazione Primo Conti, Stazione Utopia.

Il progetto, realizzato grazie al contributo di Regione Toscana e Fondazione CR Firenze, ha formato 32 migranti fra cui  afgani, tunisini, egiziani, maliani, gambiani, marocchini, camerunensi, colombiani, nigeriani, venezuelani, senegalesi, ivoriani, peruviani, ghanènsi, romeni, guineani, pakistani, italiani come mediatori museali.

L'iniziativa offre alle scuole di ogni ordine e grado la possibilità di conoscere un museo attraverso lo sguardo e l'esperienza di persone che hanno storie e vissuti molto diversi. Si tratta di un esperimento culturale che permette di unire mondi lontani grazie al Patrimonio storico-artistico-archeologico; perché, come ci ricorda un giovane africano in visita al teatro romano di Fiesole: “è incredibile che esistano luoghi così belli ed è incredibile che abbiano qualcosa da dire a ciascuno di noi.”

 

COME FUNZIONA:

 

MUSEI ADERENTI                                 
Museo civico archeologico e area archeologica, Fiesole
Museo Bandini, Fiesole
Museo Primo Conti, Fiesole                                     
Museo di Palazzo Vecchio, Firenze                    
Museo degli Innocenti, Firenze
Museo dell'Opera del Duomo(progetto di Stazione Utopia), Firenze

PER PRENOTARSI