Caccia-al-tesoro-animali

Esplora online i nostri Musei alla ricerca degli animali nascosti e vinci due biglietti omaggio!

Nei nostri Musei ci sono moltissimi animali: alcuni sono ben visibili, altri invece si nascondono in piccoli dettagli.
Ma perché gli uomini, anche in tempi antichissimi, hanno rappresentato sui vasi, nei dipinti e nelle sculture proprio un determinato animale e non un altro? Hanno forse un significato particolare?

Per scoprirlo, partecipa alla caccia al tesoro "Al Museo con gli animali: cacce al tesoro virtuali": leggi gli indizi qui sotto e cerca i cinque animali nascosti nelle sale del Museo Archeologico e del Museo Bandini.


Come partecipare:

  • leggi gli indizi che trovi qui sotto ed apri Google Arts & Culture ai seguenti link (Museo Archeologico - Museo Bandini);
  • muoviti nelle sale del museo e cerca gli animali;
  • quando li hai individuati, rispondi alle domande che trovi in ogni tappa;
  • le lettere iniziali delle risposte date, lette in fila, daranno una parola di senso compiuto.

Appuntati la risposta e, quando verrai a visitare dal vivo i nostri Musei, cercala su uno dei vasi della nostra Collezione Costantini.

 


CACCIA AL TESORO

 

Tappa 1

Nella prima sala del Museo Archeologico, tra tanti oggetti, ora riposa sdraiato.
Al suo padrone stava sempre vicino e in sua compagnia dormiva beato.
In una vetrina lo vedi piccino, ma in tempi antichi su uno scrigno era attaccato.
Del suo amico umano mostra ancora l’affetto, ma il contenitore cui era applicato non si è conservato.

Quale reperto non si trova nella stessa vetrina del piccolo cane in bronzo di cui si parla?

  1. Anello in oro
  2. Lucerna romana
  3. Testa di piccola statuina in bronzo

 

Tappa 2

Il gallo, da sempre famoso per il suo canto squillante,
il passaggio dalla notte al giorno annuncia esultante.
Gli Etruschi lo scolpirono su una pietra che una tomba segnava,
perché, tra scene di gioia, la sua presenza augurava:
“il suo canto risvegli dalla morte, come sa fare dal buio della notte!”

Cosa si vede sotto la scena in cui è rappresentato il gallo?

  1. Eroi che combattono
  2. Tre danzatori e musicisti
  3. Due leoni seduti

 

Tappa 3

Al piano di sopra devi andare, passando tre sale e salendo le scale.
Tra vasi dipinti con eroi e miti, devi cercarne uno speciale:
qui quattro cavalieri con tre cani vanno a caccia.
In Antica Grecia i cani delle prede seguivano ogni traccia.

Quali disegni e decorazioni ci sono su questo vaso e su quello accanto?

  1. Oro, argento e linee colorate
  2. Edera, palmette e raggi alla base
  3. Rose, margherite e girasoli

 

Tappa 4

Al Museo Bandini un altro gallo ti aspetta fisso.
Il disegno è un po’svanito, ma guarda bene su un crocifisso.
San Pietro, nel buio della notte, di non conoscere Gesù disse,
tre volte cantò il gallo prima che il santo la sua Fede riscoprisse.
L’animale al posto del santo è qui dipinto,
perché grazie a lui l’uomo tornò convinto.

Di che colore è in questo crocifisso il perizoma (il panno che copre i fianchi) di Gesù?

  1. Nero
  2. Marrone
  3. Giallo

 

 Tappa 5

Cambia ora sala e cerca i due cani insieme a due cervi.
bianco come la luce e nero come il buio, li vedrai se ben osservi.
La loro lotta simboleggia l’alternarsi della notte e del giorno:
le giornate si allungano e si accorciano, il tempo passa e tutto cambia attorno.

Con cosa è rappresentato il vecchio (simbolo del Tempo) dipinto sopra i due cani?

  1. Elmo
  2. Occhiali
  3. Ali

 

Leggi le iniziali delle risposte date...qual è la parola misteriosa?