Teatro-che-non-c'è

Due visite teatralizzate con suoni e suggestioni oltre il visibile.

In molti conosciamo il Teatro romano di Fiesole e ci lasciamo affascinare dalla sua posizione aperta sulle colline; ci sediamo sui suoi gradoni per un piccolo riposo o, magari, per assistere ad uno degli spettacoli che d'estate si tengono al suo interno, facendo un po' quello che hanno fatto duemila anni fa anche i Romani. Ma è davvero così? Gli spettatori romani vedevano quello che vediamo noi oggi? Il loro teatro aveva suoni, forme e caratteristiche molto diversi da ciò cui siamo abituati.
Quella che il Teatro dell'Elce propone lunedì 22 aprile e domenica 19 maggio è un'occasione unica per far rivivere, attraverso le tracce archeologiche tuttora visibili, il Teatro romano originario, nei suoi aspetti materiali e immateriali.

Le visite-performance fanno parte del programma per famiglie "Domeniche ai Musei 2019", ma sono aperte a tutti, di qualsiasi età, da soli o in compagnia!
Presentate per la prima volta in occasione delle giornate dedicate ai non vedenti lo scorso ottobre, proprio per il loro carattere insolito e che travalica il visibile, queste visite-spettacolo si configurano come un'occasione per scoprire Fiesole adatta anche a non vedenti ed ipovedenti.

Lunedì 22 aprile 2019
Domenica 19 maggio 2019
Ore 15:30
Via Portigiani 1, Fiesole

Prenotazione obbligatoria: 055 5961293 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Costo: € 5 a persona